CE – Europa per i cittadini – Invito a presentare proposte

Deadline


CE – Europa per i cittadini – Invito a presentare proposte


Scadenze: varie, la prima il 1 febbraio 2013

La Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte nell’ambito del programma “Europa per i cittadini 2007-2013”, che prevede diverse misure volte a promuovere la cittadinanza europea attiva.

AZIONI/MISURE
Le misure di maggiore interesse per l’Università sono:
Azione 1 – Cittadini attivi per l’Europa
Misura 2 – Progetti dei cittadini e misure di sostegno:
* Misura 2.1 Progetti dei cittadini –  progetti di natura transnazionale e intersettoriale volti a esplorare metodologie originali e innovative per incoraggiare la partecipazione dei cittadini e stimolare il dialogo tra i cittadini europei e le istituzioni dell’Unione. Tali progetti devono riunire cittadini provenienti da diversi contesti, che agiscano insieme o approfondiscano questioni europee comuni, a livello locale ed europeo.
Budget indicativo disponibile: 1.163.000 euro – Scadenza: 1 giugno 2013
* Misura 2.2 Misure di sostegno per sviluppare e rafforzare tutte le azioni del programma è necessario anche sviluppare le misure di sostegno finalizzate allo scambio di migliori prassi, alla condivisione di esperienze tra le parti interessate e alla promozione della cittadinanza europea attiva.
Budget indicativo disponibile: 725.000 euro – Scadenza: 1 giugno 2013

Azione 2 – Società civile attiva in Europa

Misura 3 – Sostegno a favore di progetti promossi dalle organizzazioni della società civile
L’obiettivo di questa misura è sostenere la cooperazione nell’ambito di progetti concreti delle organizzazioni della società civile provenienti da vari paesi partecipanti, su questioni specifiche legate agli obiettivi e alle priorità del programma. Può essere coinvolta una serie di organizzazioni stabilite a livello locale, regionale, nazionale o europeo. I progetti rientranti in tale misura devono includere attività quali conferenze, seminari, dibattiti, trasmissioni radiotelevisive, produzione di materiale audiovisivo, sondaggi, applicazione delle nuove tecnologie dell’informazione ecc., nonché qualsiasi altra attività che preveda un margine d’innovazione, coinvolga un pubblico molto più vario e abbia una più chiara strategia di divulgazione
Budget indicativo disponibile: 2.504.000 euro – Scadenza: 1 febbraio 2013

Azione 4 – Memoria europea attiva 
L’obiettivo dei progetti sostenuti nell’ambito di questa azione è mantenere viva la memoria delle vittime del nazismo e dello stalinismo e migliorare la conoscenza e la comprensione da parte delle generazioni attuali e future di ciò che è avvenuto nei campi di concentramento e in altri siti di sterminio di massa, e delle cause che hanno provocato tali eventi.
Nel quadro della presente azione potranno essere sostenuti progetti dei seguenti tipi:

  • progetti volti a preservare i principali siti e memoriali connessi con le deportazioni di massa, gli ex campi di concentramento e altri luoghi di martirio e di sterminio su larga scala di civili da parte dei nazisti nonché gli archivi che documentano tali tragedie, e conservare la memoria delle vittime e di quanti, in condizioni estreme, salvarono loro simili dall’olocausto;

  • progetti volti a commemorare le vittime degli stermini di massa e delle deportazioni di massa connessi con lo stalinismo.

Budget indicativo disponibile: 2.414.000 euro – Scadenza: 1 giugno 2013

DESTINATARI/REQUISITI
Possono presentare proposte di progetto persone giuridiche pubbliche o private senza scopo di lucro provenienti dagli Stati membri dell’Unione europea, Croazia, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Albania, Bosnia — Erzegovina, Montenegro, Serbia.
Ulteriori eventuali requisiti specifici per ogni misura sono dettagliati nella Guida al Programma reperibile online

all’indirizzo:

http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/programme/documents/2013/eacea_2012_00730000_it.pdf

PARTENARIATO, CONTRIBUTO COMUNITARIO e DURATA– Variano a seconda della misura:

  • Misura 2.1 Progetti dei cittadini – Un progetto deve prevedere almeno cinque paesi partecipanti, di cui almeno uno sia uno Stato membro dell’Unione europea. Al progetto devono prendere parte almeno 200 partecipanti. La durata massima del progetto è di 12 mesi. L’importo della sovvenzione verrà calcolato sulla base di un bilancio di previsione equilibrato e dettagliato, formulato in euro. La sovvenzione erogata non può superare il 60 % del totale dei costi ammissibili del progetto. La sovvenzione minima sarà di 100 000 EUR; la sovvenzione massima ammissibile per un progetto che rientri in questa misura è invece di 250 000 EUR.

  • Misura 2.2 Misure di sostegno – Un progetto deve prevedere almeno due paesi partecipanti, di cui almeno uno sia uno Stato membro dell’Unione europea. Il periodo massimo è di 12 mesi; si richiedono almeno due eventi per ogni progetto. L’importo della sovvenzione verrà calcolato sulla base di un bilancio di previsione equilibrato e dettagliato, formulato in euro. La sovvenzione non può superare un importo massimo pari all’80 % dei costi ammissibili dell’azione in questione. La sovvenzione minima ammissibile è di 30 000 EUR; la sovvenzione massima ammissibile per un progetto che rientri in questa misura è di 100 000 EUR.

  • Misura 3 – Sostegno a favore di progetti promossi dalle organizzazioni della società civile – Un progetto deve prevedere almeno due paesi partecipanti, di cui almeno uno sia uno Stato membro dell’Unione europea; la durata massima dei progetti è di 18 mesi. La sovvenzione può essere calcolata in base a due metodi differenti che corrispondono ad approcci diversi ai quali si applicano regole specifiche:

a) tassi forfettari/importo forfettario; basato sul numero complessivo di partecipanti (locali e internazionali) – fissato per “tranche” – e sul numero di giorni, secondo la tabella indicata nell’allegato IV, pag. 60 della Guida al Programma reperibile online all’indirizzo:

http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/programme/documents/2013/eacea_2012_00730000_it.pdf

b) bilancio basato sui costi reali. In questo caso la sovvenzione richiesta non può superare il 70 % dei costi ammissibili dell’azione in questione. La sovvenzione massima è di 150 000 EUR. La sovvenzione minima ammissibile è di 10 000 EUR.

  • Azione 4 – Memoria europea attiva – La durata massima del progetto è di 18 mesi.

La sovvenzione può essere calcolata in base a due metodi differenti:
a) tassi forfettari/importo forfettario; basato sul numero complessivo di partecipanti (locali e internazionali) – fissato per “tranche” – e sul numero di giorni, secondo la tabella indicata nell’allegato IV, pag. 60 della Guida al Programma reperibile online all’indirizzo:

http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/programme/documents/2013/eacea_2012_00730000_it.pdf
b) bilancio basato sui costi reali. In questo caso la sovvenzione richiesta non può superare il 70 % dei costi ammissibili dell’azione in questione.
La sovvenzione massima è di 100 000 EUR. La sovvenzione minima ammissibile è di 10 000 EUR.

COSTI AMMISSIBILI
Sono costi ammissibili: spese per il personale dedicato al progetto (anche personale strutturato), viaggi e trasferte, noleggio o acquisto (secondo le regole dell’ente)  di attrezzature durevoli nuove o usate, materiale di consumo, costi che derivano direttamente dall’implementazione del progetto (es. disseminazione dei risultati, traduzioni, riproduzioni etc.), beni di consumo.

PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE/MATERIALE DI SUPPORTO 
Il testo completo del bando, la Guida al Programma e ulteriori informazioni sono reperibili online all’indirizzo:

http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/funding/2013/index_en.php
Attualmente sono disponibili unicamente i fac-simile di eForm all’indirizzo http://eacea.ec.europa.eu/eforms/index_en.php
I form dettagliati specifici per ogni misura, compresi la Declaration on the Honour e la modulistica finanziaria verranno pubblicati a breve online ll’indirizzo:

http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/funding/2013/index_en.php